Oetztaler Rad Marathon 2017

Dopo una settimana a Selva di Valgardena venerdì 25 agosto parto in direzione Austria con la mia
compagna Giulia. Facciamo una breve sosta nel centro di Innsbruck giusto per rompere la monotonia del
viaggio e nel tardo pomeriggio arriviamo a Solden in tempo per assistere all’arrivo da vincitore di Roman
Kreuziger nella prima edizione della Pro Oetztaler 5500. Il sabato mattina , come di rito, uscita in bici
leggera, poi ritiro del pacco gara nel pomeriggio. Il meteo non è affatto incoraggiante e dopo una mattinata
coperta ma asciutta nel pomeriggio inizia a piovere con insistenza e la temperatura scende al di sotto dei
10 gradi. Considerato che il giorno dopo si scollinano passi alpini sopra i 2000 mt vi lascio immaginare lo
stato d’animo. Sono alla mia terza partecipazione e nel 2014 affrontai il passo del Rombo e la successiva
discesa fino a Solden sotto una pioggia battente con meno di 6 gradi e vi assicuro che è un’esperienza che
spero di non dover ripetere. Fortunatamente alle 6 di domenica 27 Agosto il tempo è clemente.
Nonostante la temperatura frizzante e le strade umide il pericolo pioggia sembra scongiurato anche se in
montagna di certezze con il meteo c’è ne sono sempre poche. Pronti via e si parte discendendo la valle
fino ad Oetz dove si svolta a destra per la prima salita di giornata, il passo Kuthai 17,3 km con 1200 mt di
dislivello. Scollino dopo un’ora e 18 minuti e mi butto in quella che ricordavo essere la discesa dove ho
raggiunto la massima velocità della mia pur breve carriera ciclistica superando i 100 km/h. Con una bici da 7
kg che poggia su 25mm di tubolare fanno un certo effetto. Quando comincio a sentire freddo la strada
spiana, si forma un bel gruppo di circa una trentina di corridori e tutti insieme si arriva a Innsbruck dove
inizia la scalata al Passo del Brennero. Salita con pendenze moderate 2% medio ma che supera i 38 km
complessivi con 700 mt di dislivello. Rimango a ruota cercando di non sprecare energie che serviranno
nelle ore successive. Al passo prima fermata al ristoro per riempire le borracce di acqua e sali e via in
discesa direzione Vipiteno dove mi attende la terza salita di giornata, il Passo del Giovo. Altri 21,5 km al 7%
con 1130 mt di dislivello. Pendenze discrete sin dall’inizio e che via via si intensificano per diventare
importanti negli ultimi km della salita. Qui si comincia a sentire la fatica ma il bello deve ancora venire.
Giunti al passo ci si butta in una lunga e tecnica discesa fino a San Leonardo in Passiria dove, senza un
metro di pianura, si attacca sua maestà il passo del Rombo. Immaginate che dopo aver percorso circa 180
km con 3500 mt di dislivello, vi separa dall’arrivo una salita di 31,5 km con 1750 mt di dislivello. Vi assicuro
che durante le 2 ore abbondanti di salita ci si chiede un’infinità di volte il perché ci si innamora di questo
sport e di certe gare in particolare. Giunti al passo fa freddo ma è sopportabile, allaccio lo smanicato e
senza fermarmi mi butto nell’ultima discesa che al dire il vero è divisa in due tratti separati da un ultimo
strappo di un paio di km (giusto perchè mancava un po’ di dislivello). In questa edizione mi sento
particolarmente a mio agio in discesa e con ancora energie in corpo, al contrario delle passate edizioni dove
a questo punto della gara ero finito, arrivo al traguardo dopo 9 h 22’, miglior prestazione personale. I primi
sono arrivati da più di 2 ore ma vi assicuro che all’arrivo la soddisfazione per aver portato a termine per la
terza volta su tre questo interminabile viaggio non manca come non manca un folto pubblico che applaude
tutti dal primo all’ultimo concorrente che giungerà con il buio dopo 13h e 20’ di fatica.

Gianluigi Pecora

 

 

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...